Cosa sapere prima di accogliere una cavia peruviana in casa

cavia peruvianaVi sembrano degli animaletti simpatici e coccolosi e pensate di prenderne uno?
E’ necessario fare qualche considerazione prima di fare delle scelte di cui poi potreste pentirvi.


Sono animali predati in natura, quindi non aspettatevi che siano socievoli come un cagnolino dal primo giorno. Anzi ci metterete un bel po’ a conquistare la loro fiducia. I primi tempi correranno a nascondersi ad ogni rumore, poi pian piano iniziate a porgere dalle mani del cibo buono, a parlare dolcemente e a bassa voce, non tentate di prenderle in braccio a tutti i costi, e capiranno che siete degli amici e non dei predatori. Ci vuole tanta pazienza, tempo (settimane o mesi perché inizino a prendere confidenza) ma ne varrebbe la pena.

 

Si tratta di un animale gregario, è necessario quindi prevedere di prenderne almeno due insieme. Una sola cavia soffrirebbe, per quanta compagnia potreste darle voi o un altro animale in casa, è necessario che abbia una sua simile. Nel caso in cui il secondo esemplare arrivi dopo qualche tempo, non mettetele nella stessa gabbia subito. Sarebbe l’ideale farle conoscere in uno spazio neutro, nel quale non sono mai state, con dei ripari e tanto buon cibo. Si rincorreranno fra loro, decideranno chi comanda delle due, qualche verso di dominanza e dopo qualche altra prova simile potrete metterle nello stesso recinto. Tra femmine vanno di solito d’accordo, una coppia maschio-femmina va benissimo ma il maschio deve essere prima sterilizzato. Due maschi invece potrebbero andare d’accordo o azzuffarsi, è un terno al lotto, anche se solitamente un maschio adulto e un cucciolo si sopportano più che bene.

 

Come spiegato in questo articolo sono animali strettamente erbivori. Il vostro frigo sarà pieno di verdure per loro, da preparare tutti i giorni. Un altro aspetto da considerare è l’esistenza di un veterinario esperto in animali esotici nelle vicinanze e facilmente raggiungibile. La cavia non ha bisogno di vaccini e se sarete fortunati sarà sufficiente un controllo annuale ma essendo naturalmente preda tende a nascondere il malessere e quando i sintomi sono evidenti l’intervento del veterinario dev’essere quanto più veloce possibile.


Se niente di tutto ciò vi scoraggia allora resta solo da prepararsi per l’arrivo della cavietta. Ci sono chiaramente una miriade di negozi che le vendono ma purtroppo i negozianti ben informati su questo animale si fatica a trovarli. A me è capitato che non sapesse distinguere il sesso della cavia. Spesso e volentieri maschi e femmine vivono insieme, ad esempio fratello e sorella di una stessa cucciolata. Se prendete una femmina molto probabilmente dovrete affrontare la sua gravidanza e darà alla luce cuccioli con problemi di salute perché figli di consanguinei.
L’alternativa all’acquisto è l’adozione. Proprio come i cani, i porcellini d’india vengono purtroppo abbandonati o ceduti da chi non può o non vuole più prendersene cura. Esistono delle associazioni attive su tutto il territorio nazionale, che grazie alla costanza e alla passione di molti volontari salvano moltissime caviette da una fine infelice. Quella con cui ho avuto a che fare io è Mondocarota, visitate il sito o la pagina Facebook per conoscerli e per vedere se hanno il porcellino d’india che cercate.