Cosa mangiano i porcellini d’india

porcellini d'india che mangiano
Photo by Bonnie Kittle on Unsplash

Una corretta alimentazione è più importante di quello che si pensa per le cavie peruviane. Tanti problemi di salute, infatti, derivano da una dieta inappropriata (una paralisi delle zampe posteriori potrebbe per esempio essere causa di carenza di vitamina C). I porcellini d’india devono seguire una dieta strettamente vegetale. Se l’animaletto viene da un negozio o comunque da una gestione non accurata al 100%, sarà probabilmente abituato a mangiare quasi solo fieno e pellet, senza verdure. Sebbene non sia un’alimentazione corretta, vi consiglio di procedere alla modifica della dieta molto gradualmente, diminuendo un poco alla volta il pellet e aumentando la dose di verdure. I porcellini d’india sono infatti abbastanza sensibili ai cambi di alimentazione.

 

Fieno

I denti sono a crescita continua, e se non consumati portano la cavia a smettere di nutrirsi per poi causarne la morte. Per evitare questo, il fieno deve essere sempre presente e in grande quantità. Molto probabilmente lo useranno anche come toilette e lo sparpaglieranno in giro due minuti dopo averlo messo. Portate pazienza e fate in modo che ne abbiano sempre a quantità. Fate attenzione a non confonderlo con la paglia. Sacchi di fieno si vendono di varia misura e qualità nei negozi per animali e ne esistono anche di aromatizzati (e profumatissimi) alla camomilla, ma meglio non prendere quello di erba medica, utile solo ai cuccioli perché troppo ricco di calcio. Soprattutto per quello di produzione industriale, vi consiglio di esaminarlo visivamente prima di metterglielo a disposizione, potreste trovarci dei sassi, fili di plastica o altro. E’ possibile integrare con dell’erbetta fresca, raccolta in una zona non inquinata e libera da pesticidi.

 

Vitamina C

Le cavie peruviane, come noi umani, non sintetizzano la vitamina C. Hanno bisogno di introdurla giornalmente con l’alimentazione. La verdura che ne contiene di più è il peperone giallo che deve quindi essere presente tutti i giorni, senza semini e parti bianche. Altri alimenti più o meno ricchi di vitamina C sono il peperone rosso, il peperone verde non piccante, gli spinaci (da dare con moderazione perché hanno troppo calcio), il prezzemolo (come gli spinaci, con moderazione), gli agrumi, le brassicacee (cavoli in genere, con moderazione). Se disgraziatamente non ne vogliono sapere di mangiare il peperone, dovrete integrare con degli integratori, fatevi consigliare da veterinario esperto in esotici.

 

Pellet

Da non confondere col pellet da usare come fondo della gabbia (ne parlo qui), può anche non essere presente nella dieta dei porcellini d’india. Come ho specificato prima, se arriva in casa che era abituato a mangiarne in grandi quantità non smettete subito di darglielo, anzi, acquistate lo stesso tipo (anche se non della migliore qualità) e poco alla volta lo sostituirete con più verdura. Se preferite viziarlo, potete procurarvi quello esclusivamente fatto di fieno pressato e vitamina C, e metterne un cucchiaio al giorno nella ciotolina. Evitate come la peste quelli con cereali, miele, frutta secca, semi, anche se spacciati come ideali per porcellini d’india. Il pellet per conigli non va bene perché non è addizionato di vitamina C. Vi sconsiglio di fare grandi scorte poiché la vitamina C è deteriorabile dopo qualche settimana dalla produzione.

 

Verdura e frutta

Il resto della dieta sarà composto da verdura e frutta. Come noi umani anche i porcellini d’india hanno preferenze, non è detto che divoreranno tutto quello che proponete, soprattutto se si tratta di un alimento nuovo per loro. Non sono in grado di vomitare, quindi prima di poter fidarsi potreste dover fare qualche tentativo, come tagliarle in modo diverso. Le mie per esempio si litigavano le foglie di radicchio ma la zucchina non l’hanno mai mangiata. La dose di verdura giornaliera dovrebbe essere fra i 150 e i 200 grammi per una cavia adulta. Le verdure che potreste offrire alle caviette, oltre al già citato peperone, sono:

  • carote (non spesso perché tanto zuccherina),
  • radicchio,
  • indivia,
  • insalata di vario tipo (iceberg poca perché troppo acquosa)
  • cetrioli,
  • zucchine,
  • sedano (tagliato a pezzi piccoli e senza filamenti che potrebbero farle soffocare),
  • finocchi (vanno ghiotte per la barbetta)
  • bietole
  • broccoli
  • pomodori (senza i semini e le parti verdi)
  • basilico (ne vano ghiotte, ma ne va dato qualche foglia a settimana perché ricco di calcio)

Tutta la verdura dev’essere cruda, lavata sotto l’acqua corrente e non fredda di frigo. Per quanto riguarda la frutta, via libera a molte varietà ma senza esagerare, poiché troppo zuccherina. Arancia (le mie la spolpavano perfettamente lasciando solo la buccia) mela, albicocca, fragole, banane, prugne, pera, pesca,…

 

Cosa bevono

Oltre alle ciotole col cibo, deve sempre essere presente dell’acqua fresca, col beverino, o in un’altra ciotola. Le caviette a volte si divertono a soffiare nel beverino, controllate che non si sporchi di residui di cibo. Se vi pare che non bevano mai è normale, probabilmente assumono i liquidi dalle verdure. Ciò non significa che potete fare a meno di lasciare sempre acqua a disposizione.

 

Alimenti vietati

Da non somministrare mai vari alimenti, fra cui:

  • melanzane
  • aglio, cipolla e porro
  • funghi
  • peperoncino
  • legumi
  • rabarbaro
  • avocado
  • cocco
  • patate (la parte verde)
  • succhi di frutta zuccherati