Come proteggere i cani dal caldo: ecco le regole da seguire

Quando l’estate è alle porte, è necessario seguire alcune regole per capire come proteggere i cani dal caldo. Nella maggior parte delle regioni italiane, infatti, abbiamo già avuto un assaggio di ciò che ti aspetterà nei prossimi mesi estivi.

Temperature alte, umidità e afa, sono fattori che mettono a dura prova il benessere quotidiano, anche durante le azioni più semplici della giornata! 

Ed i nostri amici a 4 zampe? Beh, soffrono allo stesso modo o forse… soffrono più di noi.

A causa del loro pelo che non permette la sudorazione, il cane ha necessariamente bisogno del nostro aiuto per abbassare la temperatura del suo corpo.

Ecco perché il Ministero della Salute ha emanato alcune regole da rispettare obbligatoriamente per garantire una sofferenza minore ai nostri animali domestici. In questo modo, evitiamo loro i colpi di calore ed educhiamo noi padroni a capire poche semplici attività che possono risultare fondamentali nel capire come proteggere i cani dal caldo .

Puoi scaricare il pdf dell’opuscolo emanato dal Ministero della Salute al seguente link: Opuscolo Ministero della Salute.

Come proteggere i cani dal caldo: attenzione ai colpi di calore

come proteggere i cani dal caldo

Come riconoscere i sintomi di un colpo di calore?

Un colpo di calore non è di certo un fenomeno da sottovalutare, per questo è necessario saperlo riconoscere e agire tempestivamente per evitare che il nostro amico a 4 zampe soffra.

Ecco i campanelli d’allarme da tenere d’occhio:

  • Ansimare affannosamente ed un respiro pesante sono alcuni dei segnali che possono ricondurre ad un colpo di calore, soprattutto se seguito da vomito. Infatti, rigettare con frequenza o presentare tracce di sangue nel vomito è uno dei campanelli d’allarme.
  • La disidratazione è uno dei fenomeni per il quale è necessario prestare più attenzione, se vogliamo capire come proteggere i cani dal caldo . Se il nostro cane appare disidratato, dunque in una condizione di sete estrema, potrebbe essere rischioso dargli dell’acqua in quanto potrebbe berla troppo in fretta e rischiare il soffocamento. In questi casi perciò è necessario richiedere l’aiuto del nostro veterinario, che provvedere a reidratarlo per via endovenosa attraverso soluzione fisiologica.
  • Come accade agli essere umani che presentano degli arrossamenti dopo l’esposizione prolungata al sole, anche il nostro cane presenterà gli stessi sintomi. Sulla lingua e sulle gengive, che appariranno o eccessivamente scure o eccessivamente chiare accompagnate da una salivazione densa e difficile da deglutire.
  • Debolezza e stato di incoscienza, apatia, incapacità dell’animale di reagire agli stimoli, sono dei sintomi molto seri. Se non ha più voglia di giocare, di mangiare, se sembra essere sempre stanco, ecc. È necessario rinfrescarlo applicando dei panni bagnati sul corpo, evitare di gettare l’acqua direttamente sul pelo perché potrebbe causargli degli shock termici.

Come prevenire i colpi di calore

  • Evita di lasciare il cane in macchina, sebbene tu sia convinto che l’autoveicolo sia disposto in una zona d’ombra e di conseguenza tu possa pensare che il cane non possa soffrire il caldo.
  • Non lasciare il cane legato all’aperto in luoghi in cui batte il sole.
  • Una regola d’oro per capire come proteggere i cani dal caldo, è evitare le passeggiate nelle ore di punta.

Per prevenire è necessariamente opportuno trasportare il proprio cane in un luogo fresco e ventilato, riparato dal sole; idratarlo somministrandogli poco per volta, dunque senza fretta, dell’acqua non troppo fredda.

Se i sintomi prima citati appaiono, valutare la gravità della situazione e ricorrere ad un consulto veterinario per avere la cura migliore per queste situazioni.

Se sei preoccupato per il tuo cane, è sufficiente una chiamata al veterinario di fiducia, affinché tu possa chiedere un parere clinico. Puoi anche chiedere semplicemente un consiglio che ti possa tranquillizzare e avere sotto controllo gli effetti del caldo estivo sul tuo cucciolo.

come proteggere i cani dal caldo

Altri consigli per il loro benessere:

Attenzione a non lasciare residui di cibo nella ciotola in quanto, a causa del caldo, si sviluppano velocemente i batteri che decompongono il cibo e possono dare luogo a tossinfezioni alimentari anche gravi.

Dopo una passeggiata si consiglia di ispezionare accuratamente il manto del nostro amico, le orecchie i gli spazi interdigitali delle zampe. Fai particolare attenzione a comportamenti anomali come scuotimento della testa, leccare continuo su parti del corpo e starnuti ripetuti.

Tale ispezione serve a scongiurare la presenza dei famigerati forasacchi, semi di graminacea, provenienti da piante comuni come l’orzo selvatico o l’avena selvatica. Imparare a riconoscere i sintomi dei forasacchi e cosa fare in caso il nostro cane abbia strane reazioni, è molto importante.

Attenzione anche a quello che l’animale può ingerire durante le passeggiate in campagna perchè i terreni possono essere concimati o trattati con sostanze anche tossiche (diserbanti, lumachicidi ). A volte possono essere presenti resti di cibo avariato.

L’aumento della temperatura favorisce lo sviluppo di numerosi parassiti come pulci, zecche, zanzare che possono veicolare malattie molto pericolose per il nostro animale come leishmaniosi, filariosi, erlichiosi ecc.

Pertanto a scopo preventivo è fondamentale effettuare regolari trattamenti antiparassitari secondo le indicazioni del veterinario.

In vacanza con i vostri amici a quattro zampe

come proteggere i cani dal caldo

• Se si deve viaggiare con gli animali e si vuole capire come proteggere i cani dal caldo, bisogna cercare di evitare le ore più calde e ricordarsi di portare la ciotola per l’acqua e un piccolo asciugamano per rinfrescare l’animale in caso di necessità.

Bisogna inoltre assicurarsi che la temperatura all’interno dell’auto non sia temperata, dunque né troppo calda né troppo fredda; cercare di guidare il più dolcemente possibile evitando accelerazioni e frenate non necessarie.

Durante i viaggi lunghi, fare soste regolari per fare scendere il cane dalla macchina e permettergli di bere.

Se il tuo cane soffre il mal d’auto, dunque presenta agitazione, affanno, un’eccessiva salivazione, eruttazione ed infine vomito, sappi che esistono dei farmaci in grado di attenuare questi sintomi senza effetti collaterali. Rivolgiti perciò al tuo veterinario prima di effettuare un lungo viaggio in macchina.

Inoltre, se stai programmando delle vacanze fuori città per i periodi festivi, è sempre consigliabile recarsi dal veterinario per effettuare un check-up sul tuo cucciolo.

E’ importante fare una verifica sul suo stato di salute, e se ha eseguito tutti i richiami vaccinali e dei trattamenti antiparassitari.

Se ti rechi all’estero con il tuo cane, sappi che è necessario farsi rilasciare il passaporto dai servizi veterinari dalla vostra Azienda Sanitaria Locale (ASL) di pertinenza.

Se vuoi sapere quali sono i documenti del tuo animale da portare in viaggio ecco maggiori dettagli:

http://poliziadistato.it/articolo/259-Viaggiare_con_i_nostri_amici

Per concludere questa guida nella quale abbiamo capito come proteggere i cani dal caldo, ti lasciamo con questo simpatico video di Cicci & Elly che ci danno ulteriori 5 consigli per affrontare il caldo del tuo amico a quattro zampe!

Spero che questa breve ma dettagliata guida ti abbia aiutato a capire come proteggere i cani dal caldo.

Alla prossima!

 

Valentina Perra